In evidenza

<< >>

Bollettino numero 08/2017 valido dal 19 al 26 febbraio 2017

Bollettino numero 08/2017 valido dal 19 al 26 febbraio 2017

Il ritorno di San Basilio e di San Giuseppe

Volto San Basilio

Per due secoli hanno ispirato la devozione della comunità di Roncaglia, esposti uno sopra l’altare ed un altro nell’altare laterale di sinistra. Sono la Pala che ritrae “San Basilio Magno“, di

Arte nella nostra parrocchia

Transito San Giuseppe

Nelle prossime settimane inizieremo una sistemazione logistica dei due altari laterali della nostra chiesa. Dove c’era il presepio e prima aveva collocazione il fonte battesimale, nella nicchia laterale di sinistra,

Bollettino numero 07/2017 valido dal 12 al 19 febbraio 2017

Bollettino numero 07/2017 valido dal 12 al 19 febbraio 2017

Arte nella nostra Chiesa

chiesa-roncaglia-1967

È iniziato il recupero di due importanti opere d’arte della nostra Comunità. Salvate da perdita o distruzione dalla lungimiranza artistica di Don Sergio, sono in restauro presso un laboratorio specializzato

Sistemati i due altari laterali in chiesa

Come era stato anticipato nel foglio della scorsa settimana, in questi giorni sono stati sistemati gli altari laterali della nostra chiesa.

a destra > L’ALTARE DELLA MISERICORDIA: sullo sfondo nel catino absidale il prezioso crocifisso in bronzo; sull’altare la statua del Sacro Cuore, nelle due vetrate rotonde il figlio che pensa il ritorno a casa (vetrata sinistra) e il padre che lo accoglie con un abbraccio (vetrata destra). Altare della misericordia perché il Sacro Cuore rappresenta proprio il grande cuore di Dio che ama noi uomini fino a dare il suo Figlio sulla croce. Dio è un padre, un padre che ama e perdona e ci riaccoglie a casa quando abbiamo sbagliato. Le quattro opere d’arte di questo altare ci offrono una vera e propria catechesi, ci spalancano lo sguardo sul grande amore del Padre per noi.

a sinistra > L’ALTARE DEI SANTI: abbiamo già collocato sull’altare – grazie ai meravigliosi volontari della parrocchia che hanno lavorato una giornata intera – la statua di sant’Antonio, con un risultato veramente bello. Nelle vetrate san Giovanni Battista battezza Gesù al Giordano. Sullo sfondo del catino absidale, in alto, verrà poi collocata la pala del “Transito di San Giuseppe” ora in fase di restauro.

 

In seguito verrà rifatta l’illuminazione degli altari laterali con faretti led che possono mettere meglio in rilievo i particolari. Gustiamo le bellezze artistiche della nostra chiesa per trasformarle in preghiera!

Vita della comunità

battistero> Domenica 19 Febbraio “Carnevale in Piazza” dalle 13:00 alle 17:30 con conclusione della sfilata presso il nostro Patronato.

> Abbiamo tempo fino a fine mese per il tesseramento “NOI”, per usufruire legalmente del servizio bar. Ci si può iscrivere la Domenica dopo le s. Messe della mattina.

> Venerdì 24 Febbraio in Patronato torneo di briscola a coppie, ore 20:45.

> Domenica prossima 26 Febbraio incontro Genitori di 4^ e 5^ Elementare alle ore 10.30.

“Ma io vi dico…”

ma io vi dicoSembra quasi un ritornello questo “ma io vi dico”. Come se il Maestro di Nazareth volesse dare una svolta, girare pagina rispetto ad una religione ridotta a regole fredde, a formalità osservate per paura, senza un fuoco d’amore sotto. Il fratello invece del generico “altro”. Il perdono al posto della vendetta.

Ricostruire un rapporto contro un’indifferenza glaciale. Amare chi ti vuole male. Vincere il male con la luce del bene. Cosa sono? Sogni? Utopie irrealizzabili? Semplicemente quel pacchetto di belle parole che vengono dette in chiesa… ma la vita fuori è un’altra cosa?

Oppure sono una proposta. Un modo di vivere più umano che tu puoi scegliere. Non ti viene imposto. Non sono una legge, sono uno stile di vita. Vincere il male che ti circonda con un gesto d’amore, spegnere l’odio con un sorriso, non sono cose impossibili. Sono una scelta. Difficile? Sicuramente impegnativa. Ma è altrettanto grande la serenità che porta. È un raggio di luce in una notte di nebbia.

Bollettino numero 08/2017 valido dal 19 al 26 febbraio 2017

Bollettino numero 08/2017 valido dal 19 al 26 febbraio 2017

Continue reading “Bollettino numero 08/2017 valido dal 19 al 26 febbraio 2017” »

Il ritorno di San Basilio e di San Giuseppe

Per due secoli hanno ispirato la devozione della comunità di Roncaglia, esposti uno sopra l’altare ed un altro nell’altare laterale di sinistra.

Sono la Pala che ritrae “San Basilio Magno“, di inizio ‘800, e quella del “Transito di San Giuseppe“, di fine ‘700.

Erano finite in un sottoscala dopo i lavori di ampliamento del presbiterio negli anni ’60. Erano stati recuperati da don Sergio e messi in sicurezza al suo arrivo, nel 1979.

Oggi stanno affrontando una fase di restauro e poi torneranno ad essere esposte alla venerazione dei roncagliesi.

Come si può vedere nelle foto, il lavoro di restauro affidato ad un laboratorio specializzato di Verona, sta già mostrando risultati visibili.

San Basilio - restauro

Transito San Giuseppe

Volto San Basilio

Durante il restauro

Durante il restauro-2

Vita di comunità

> Questa domenica incontro Genitori di 2^ e 3^ Elementare alle ore 10.30.Le galline in fuga di Roncaglia

> Venerdì 17 febbraio alle ore 21:00 in Patronato è convocato il Consiglio Pastorale. All’ordine del giorno le proposte e le iniziative per il tempo di Quaresima – Pasqua. Ci sarà anche un aggiornamento sui lavori in corso nelle varie strutture parrocchiali.

> Domenica prossima “Carnevale in Piazza” dalle 13:00 alle 17:30 con conclusione della sfilata presso il nostro Patronato.

> Anticipiamo: venerdì 24 febbraio in Patronato torneo di briscola a coppie, ore 20:45.

> Continua fino a fine mese il tesseramento “NOI”, per usufruire legalmente del servizio bar. Ci si può iscrivere tutte le Domeniche dopo le s. Messe.

Arte nella nostra parrocchia

Transito San Giuseppe

Nelle prossime settimane inizieremo una sistemazione logistica dei due altari laterali della nostra chiesa. Dove c’era il presepio e prima aveva collocazione il fonte battesimale, nella nicchia laterale di sinistra, troverà posto “l’altare dei Santi”. In alto sullo sfondo del catino absidale verrà collocata dopo il restauro la pala del “Transito di San Giuseppe”; in centro sull’altare, la statua di sant’Antonio, ora nell’angolo della chiesa, che avrà finalmente una bellissima e degna collocazione. Dall’altra parte, nella nicchia laterale di destra, realizzeremo “l’altare della misericordia” con la statua del Sacro Cuore che c’è già, e sullo sfondo nel catino absidale il prezioso crocifisso in bronzo prima collocato dietro il fonte battesimale. Lo chiameremo “altare della misericordia” pensando ad una catechesi per immagini che si potrà ricavare dalle opere d’arte esistenti in quella sede. Continuiamo così a valorizzare il patrimonio artistico della nostra parrocchia dandogli anche un forte valore formativo.

Uno stile

Gesù-paroleUna serie di immagini forti. A volte così crude da dare fastidio. Chi le ascoltava per la prima volta di sicuro è rimasto perplesso. Ma anche a noi bruciano se non diamo per scontato quanto ascoltiamo nel vangelo. Gesù prende a prestito il linguaggio di fuoco degli antichi profeti per parlare, in fondo, di coerenza. Ci propone uno stile.

Di chi non guarda all’apparenza, all’immagine. Ma a quello che c’è nel profondo di noi. Ci vuole così il Maestro di Nazareth, riconciliati tra noi, trasparenti nelle relazio-ni affettive. Lui non è venuto a cancellare la tradizione religiosa d’Israele. Sono venuto – dice – a dare compimento. Cioè a mettere dentro alle regole un motivo.

A caricare il nostro rapporto con Dio e con gli altri con il calore dell’amore. Non il freddo calcolo di una legge, non un’adesione formale dietro cui regna il vuoto. Le parole del Vangelo sono uno stile. Lo stile di chi si sente amato e per questo è capace di amare. Si sente perdo-nato e per questo è capace di offrire sempre nuove possibilità.

Bollettino numero 07/2017 valido dal 12 al 19 febbraio 2017

Bollettino numero 07/2017 valido dal 12 al 19 febbraio 2017

Continue reading “Bollettino numero 07/2017 valido dal 12 al 19 febbraio 2017” »

Il sale e la luce

sale-luceDue immagini, semplici, quotidiane. Il sale che dà gusto al mangiare: quel pizzico bianco, quasi invisibile, che però se manca subito si sente. Una luce accesa nella notte. I fari della macchina che illuminano la strada deserta. Una città dell’Italia centrale che, passando in autostrada, vedi splendente nelle sue luci durante un viaggio di notte. Immagini di vita normale.

Eppure è un messaggio grande. Che se vogliamo pure ci scuote. Siamo noi oggi, come cristiani, quel sale che dà gusto al vivere spesso grigio, stanco, rassegnato, della nostra società contemporanea? Ce lo chiediamo.

Se non noi, chi? Se non noi, che abbiamo nel cuore la luce della Risurrezione, chi dovrebbe dar sapore alla collettività attuale?

Chi potrebbe portare luce in tante situazioni di buio, in molte notti profonde di tristezza e di fatica che ci circondano? Non lontano, qui. Ma se il mio sale resta senza sapore? Se la nostra luce è nascosta o spenta? Il Signore chiama me, con tutte le mie fragilità, a donare la sua luce.